Il Mistero del leader scomparso

Attenzione, articolo a rischio censura !!!!

Leggi fino in fondo solo se sei sicuro. Se chiudi questa pagina in meno di 5 secondi non sarai tracciato dai potenti “Servizi segreti del Web” e dalle loro potenti antenne 5G.

Ricordiamo infatti la regola dei 5 secondi: se ti cade del cibo per terra, se lo raccogli entro 5 secondi, lo puoi mangiare, basta una soffiata per togliere la polvere (Raccomandata da OMS®™© )

Il Fatto

Grande preoccupazione ha destato in questi giorni la scomparsa di Kim Jong-Un che per oltre venti giorni non si è mostrato in pubblico.

Finalmente ricompare all’inaugurazione di una fabbrica di fertilizzanti (e non fate doppi sensi) e la propaganda di stato pubblica la seguente foto:

E tutto il mondo si tranquillizza.

Tranne noi, che la sappiamo lunga, ed associamo la foto ad un’altra vicenda ben nota ai nostri servizi segreti.

L’antefatto

Correva l’anno 1989 e nella piazza centrale di un piccolo paese del basso Canavese, più precisamente al punto “X” si ritrova in un sabato sera d’inverno il solito gruppo di ragazzi che non sapeva come passare la serata.

Fioccano idee inverosimili e dopo lunghe discussione il gruppo si decide per andare al Pub più vicino a soli 12km,

Partiamo quindi con i motorini, unico mezzo di trasporto ammesso, e parte una colonna di Fifty, Fifty Top, Motron GL4 (il Fifty dei poveri), Ciao, Gilera CB1 e Vespa (50 e 125).

Chi non ha il motorino, detto anche mezzo, o non è autorizzato a uscire di sera con il motorino, recupera alla bell-e-buona un casco (per evitare la multa, visto la norma sul casco appena introdotta) e si parte in due sulla vespa (con il rischio multa visto che eravamo tutti minorenni).

Fa freddo, molto freddo e completati i primi 11 km i due passeggeri della vespa blu decidono di fermarsi al cinema che era di strada, sicuri di non poter reggere un altro km in direzione Pub in quelle condizioni.

Non è dato sapere come si svolse la serata al Pub, ma al cinema davano quello che diventerà un Cult (ma noi non sapevamo cosa sarebbe stato trasmesso quella sera, faceva troppo freddo….)

Weekend con il morto

Non esistevano i multi-sala e si guardava quello che trasmettevano: Week-end con il morto

Entriamo al cinema ed il film era già iniziato da almeno un quarto d’ora. Il gestore, vedendo la possibilità di incassare ancora due biglietti, mica ce lo dice e ci fa pagare il biglietto intero, l’unica raccomandazione che ci fa è quella di entrare dalla porta laterale e sedersi davanti per non disturbare gli altri.

Entriamo e ci sediamo in prima fila, in posizione angolata, molto angolata.

Ancora intirizziti dal freddo guardiamo il film e sarà per il freddo, sarà per il film già iniziato, sarà perché vedevamo il 30% di schermo in meno, non capiamo molto del film. (Chi dice che non c’era nulla da capire, non ha visto il film)

Il ritorno a casa

Terminato il film, usciamo e troviamo il resto del gruppo, incredibilmente in orario, pronti al ritorno.

Partiamo in comitiva e dopo 7-8 km buchiamo la ruota posteriore.

La vespa 125 non ha la ruota di scorta e chissà dove sarà finita ma, essendo la vespa del fratello maggiore, non è dato chiedere.

Fortunatamente c’è al vespa 50 che ha la ruota di scorta e ci mettiamo a smontare la ruota, salvo accorgersi ad operazioni inoltrate che la ruota di scorta è anch’essa bucata perché ovviamente se si buca, si cambia la ruota e poi non la si aggiusta….

Ricordo solo freddo, tanto freddo e di essere tornato abbarbicato su un motorino a sella singola insieme a non so chi

L’epilogo

“Week-end con il morto” entra immediatamente nella lista dei cult miei e dell’amico in vespa.

Non sono mai riuscito a vedere il film per intero, ovvero, quando passa in televisione metto immediatamente una coperta sulla televisione per coprirne una porzione e simulare l’effetto cinema.

Io ed il mio amico non ricordiamo chi fosse più spostato al cinema per cui non sappiamo bene se coprire il 30 o il 35% dello schermo. Nel dubbio spostiamo la tenda tra il primo ed il secondo tempo.

Ho scoperto che Amazon Prime ha in catalogo “WeekEnd con il morto” e stasera lo farò vedere ai miei figli.

… ho già pronta la coperta per coprire lo schermo….

Non so se capiranno ma non li autorizzerò a spostare la coperta!!!!!

Suggerisco a tutti la visione parziale (in senso verticale) di questo film ed in generale di riguardare dei cult coprendo una parte dello schermo, si apriranno nuove prospettive…

Tornando a Kim

I servizi segreti hanno nascosto la verità per anni e da anni esistono molti sosia di Kim che girano il mondo.

Noi però sappiamo che Kim è come Bernie lomax

Hits: 11

Lascia un commento