Val Mara (in discesa): Supergiovane is Back

Questa volta l’uscita è di Sabato anziché di domenica.

  • Bud come al solito organizza l’uscita
  • Biscia è in ritardo e gli tocca offrire la colazione
  • Supergiovane è sconvolto dal cambiamento del giorno di pedalata e cade in una profonda crisi spirituale

Crisi Spirituale

Supergiovane infatti è colto fin da subito da una severa costernazione spirituale mostrando chiari ed inequivocabili segni di cambiamento di riferimenti spirituali e religiosi, forse legati al recente passaggio alla maggiore età.

La crisi agiografica si manifesta nella sua peggiore epifania portando in tentazione Supergiovane che non riesce più a distinguere i Santi e confondendosi tra Chiesa di San Giorgio e Piazzetta Santa Teresa (tra l’altro distanti non più di cento metri l’una dall’altra).

La crisi è risolta dall’intervento degli anziani saggi che convincono Supergiovane a venire a fare colazione.

Mi è sembrato di vedere un Gatto

Il giro prevede Como (Olgiate per Biscia) – Argegno – Casasco – San Fedele – Lanzo – Val Mara (rigorosamente in discesa) – Mendrisio – Como (Olgiate per Biscia

Subito Supergiovane si mostra pimpante e vince il traguardo volante di Laglio. Sulla salita di Sant’Anna ha una visione mistica (Sant’Anna, appunto) e stacca tutti in salita, seguito con breve ritardo da Biscia e dopo alcuni minuti Bud che sale regolare.

Nelle campagne tra Casasco e Cerano d’Intelvi incontriamo Gatto, di cui non ricordavamo neppure la faccia…. ma che è ben lieto di prometterci di ricongiungersi presto con noi.

La Crisi di Biscia

Sarà per la visione del Gatto Fantasma ma Biscia incredibilmente ha una crisi (una di quelle per cui non si riesce a stare a ruota di Bud in salita) ed arranca in qualche modo fino a S.Fedele (dove Supergiovane ha un altro slancio mistico) e a fino a Lanzo dove chiede di fermarsi per un panino.

Discendiamo quindi dalla Val Mara (che rigorosamente affrontiamo in discesa). Foto di rito e proseguiamo per Mendrisio.

Siamo in ritardo (come al solito)

Il giro prevedeva un passaggio da Olgiate ma abbiamo clamorosamente sbagliato i tempi (come sempre) per cui a Mendrisio salutiamo Biscia e proseguiamo per Como.

Bud ha la gamba che gira e sul lungo dà delle trenate con Supergiovane che fatica a restare a ruota ma poi si rifà sull’ultimo strappetto di Villa Olmo

Supergiovane brillante, mostra segni di maturità non sprecando tutte le energie al primo strappo ma arrivando con calma a 75 KM

Hits: 74

Leave a Reply